Tag

Dopo aver superato, quasi senza scosse, la funzione del matrimonio si passa ad un’altra fase… il viaggio di nozze.

Sulla banchina di viaggio, in procinto di partire mia zia incominciò a snocciolare mantra di buoni consigli, felicitazioni di buon viaggio… ma dal momento che non riesce a tenere la bocca chiusa. “Ma non sai che la maggior parte delle navi, affonda a metà tragitto” Lo Steward si rese conto che il cavallo del pantaloni gli stava stretto… “E se ti succede qualcosa? Non ti potrai curare fino a che non arriverai a destinazione” il secondo Steward e il primo ufficiale ebbero anche loro problemi con il cavallo “come fai a salire cosi su questa nave, e se soffri il mal di mare…  Ma la rotta è sicura?”

“Certo, signora. Facciamo questa tratta da almeno due decadi, e non è mai successo niente.”

“Se durante in tragitto, a causa di una bufera di neve, la nave niene bloccata eh ? eh? Non sa che una nave è affondata a causa di un scontro contro un iceberg?”

“Signora essendo il Mediterraneo un mare chiuso e sopratutto caldo, non ci sono Iceberg in giro.”

“Ma quelli, vagano, non stanno fermi…”

“Sulla mia nave, salite solo voi vero? Non viene anche… lei! Vero!!!”

“Lo sai che io non mi fido, ma non ci puoi andare in treno?” e qui la gioia del viaggio di nozze si sciolse come rugiada al sole, in maniera ancor più serafica papà aggiunse.

“A Sirvà, me spieghi come cazzo c’annamo in treno in Sardegna?”

Ogni volta che mia madre raccontava questo aneddoto, io mi sono sempre chiesto… se la tratta è Civitavecchia-Olbia che razza di rotta pensava mia zia che la nave facesse? Era una nave della Tirrenia , non l’Argo alla ricerca del Vello d’oro.

 

Annunci