Tag

,

Sotto un manto di sale

l’orata bella m’appare

aspettando solo me

che appetito ho per tre

e lo stomaco che fa glugluglu

 

Una boccia c’ho de bianco

cortello e forchetta stanno qua

oh orata mia bella

coraggio dai, vi’è da papà

 

Gratta gratta via la polpa

lavora bene via forchetta

lavora bene sulla lisca

falla splender un pò di più

 

la lisca poi la damo ‘r gatto

che so du giorni che sta a rompe

ha sentito che preso il pesce

non se ne po più

 

Giro musicale.

 

Lungo Tevere dorme, mentre io nun ce riesco

quell’orata non era gran chè

me sta fa avant’endrè

nun riesco a digerì

 

Mamma mia che nottata

pure la luna sta a soffrì

o mia pallida luna

ti prego aiutami tu

 

Puro ‘er gatto è stato male

anche l’anima ha rigettato

qui a casa nun c’ho niente

nun so proprio come fa.

 

Nun ho neanche lo sturacesso

nun riesco proprio a digerire

nun er’n un pesce ma un mattone

che me se nesso proprio qua

 

Giro musicale

 

Ho passato la notte ‘n bianco

nun cho du borse ma un set da viaggio

era mejo annà ‘n trattoria

da quello ‘r pesce no lo pio più

 

Era mejo che me facevo

due spaghi co ragù

 

Annunci