Entro in libreria e al commesso faccio questa domanda, di cui la versione completa sarebbe stata:’Buongiorno sto cercando un libro che parla del lavoro di un attore sul proprio corpo.’
-Buongiorno, sto cercando un libro…
Il commesso interrompe la frase chiedendo all’altro commesso – Noi vendiamo libri?
– Certo che vendiamo libri.
– E’ venuto al posto giusto, vendiamo libri, che libro cercava?
– Uno con le pagine stampate.- faccio io, se pensi di prendermi per il culo al me caschi molto male.
Gelo…
– Ma ci stai prendendo per il culo?
-Si, ma avete cominciato voi! Maurizio Battista docet.
Altro gelo: in sostanza faceva più freddo dentro che fuori.
Dopo una decina di secondi di stasi, finalmente arriva la domanda chiarificatrice…
-Che libro cercava?
-Stavo cercando un libro che parla del lavoro dell’attore sul proprio corpo.
-Mi dispiace non trattiamo l’esoterismo.
-Okeeyyyyyyyy, grazie molte di niente.
Ed esco.
L’ho sempre detto, tutto ciò che va oltre Topolino è scienza oscura….

Annunci