Il tempo 

Stilla dopo stilla
veste il mio cuore
di giovane anzianità

Versione Haiku di Haruiko Yamanuchi

着る重ねた 時を脱げれば 皆子供

Si veste del tempo, uno sopra altro. Ma se posso svestirmi, sono un bimbo.

 

Il tempo

Nato dal futuro
Per vivere un attimo nel presente
Morendo nel passato
quasi sempre dimenticato.

Ciò che è, sarà stato
Ciò che non è ancora, presto lo sarà.

Tu silenzioso osservatore
che osservi la clessidra del tempo
con occhi senza emozioni
l’infinito presente colmo di emozioni
atte a diventare storia.

Tu che osservi tutto senza vedere nulla.
Per un momento rallenta
l’impietoso avanzare dei secondi
e osserva con nuovi occhi
con gli occhi di un bambino
ciò che accade dentro e attorno al tempo.
Tre parole (stesura originale)

Tre parole
che non potranno mai
essere pronunciate

tre parole che pur stando li
tra lingua e palato
mai potranno vedere la luce

tre parole il cui ardore, forza e passione
scalpitano come cavalli a lungo trattenuti

tre parole destinate
a morire in gola ancor prima di nascere
complice il troppo amore… oppressivo
dalle lunghe ali bianche che tengono
prigioniero il cuore.
Impedendogli di salire, crescere e di urlare al mondo…

Tre parole urlate ai quattro venti
in tutte le lingue… ma morte davanti a lei.

Tre parole da tutti conosciute ma mai
Ripetute in sua presenza!!!
La morte danzante

Ti attendo nera signora
come ultima e mai inaspettata visita.

Ti attendo inevitabile…
Senza ansia…

Se è vero che appari in forme e modi diversi;
vorrei che avessi le forme di un angelo
che danzando vieni a prendermi per l’ultimo viaggio
seguendo felice i tuoi passi rendendo a te
la mia anima stanca, dolce creatura
che mi hai rapito il cuore.

Dono a te come mio ultimo lascito
la mia vita terrena
aspettando il giorno del giudizio
riscaldato dal tepore delle tue movenze armoniose.
Grazie

Grazie
grazie
grazie…

se a queste sei lettere
fosse concesso il potere di spostare i pianeti
volgere il tempo a proprio favore
allora urlerei questa combinazione
di vocali e consonanti
con quanto fiato ho il corpo

Ma ahimè tale potere non è concesso.

Ragize
Giraze
Ragire

Per quanto esse siano musicali
tali combinazioni hanno solo il potere di far sorridere.
Per cui, altro non posso dire che… grazie

… e scusate se è poco!!!
Niente!

Perché stai piangendo?
Niente!

Perché la tua bocca ride…
ma i tuoi occhi sono tristi?
Niente!

Ti vedo che hai voglia di urlare contro il vento,
perché?
Niente!

Cos’hai?
Niente!

Allora perché il mondo è cosi incasinato…
Visto che non succede mai… niente!

Lo spirto guerrier
(ai miei genitori morti di cancro)

Lo spirto guerrier c’entro mi rugge
spirto guerrier bramante di vita,
scattante pronto a mille avventure
e indomabile davanti ai pericoli…

Questo spirito guerriero,
vestito di un corpo malato
unico appiglio ad andare avanti
arrancando di giorno in giorno
strisciando a testa alta
verso l’ultimo viaggio
che mi renderà finalmente libero

lo spirto guerrier c’entro mi rugge
dietro la prigione dei miei occhi!!!

 

Il cerchio

Nato dal futuro
Per vivere un attimo nel presente
Morendo nel passato
Quasi sempre dimenticato.

Ciò che è, sarà stato
Ciò che non è ancora, presto lo sarà.

Tu silenzioso osservatore
che osservi la clessidra del tempo
con occhi senza emozioni,
l’infinito presente colmo di emozioni
atte a diventare storia.

Tu che osservi tutto
senza vedere nulla.
Per un momento rallenta
l’impietoso avanzare dei secondi
e osserva con nuovi occhi
con gli occhi di un bambino
ciò che accade dentro
e attorno al tempo.

La natura abborrisce il vuoto
e sarà sempre riempito

Per questo vi è un equilibrio
che regola l’universo.

Mai potrà esserci la luce,
senza le tenebre
ne Ordine senza Caos
e meno che mai…
Una fine senza un inizio.

Non esisto

Non esisto
non sono mai esistito
nessuno mi vede
ma tutti mi cercano
non so niente
ma dicono che sono saggio,
per tutti ho una riposta
ma se pur miope
io vedo molto lontano
in un mondo dove l’effimero fa tendenza
io, cerco di essere una tazza vuota
non esisto
non sono mai esistito
sono niente oppure tutto
sono solo il vento che
ti accarezza i capelli
se puoi… ascoltalo.

Ave Maria Silenziosa
(nata per caso, ascoltando ‘Avemaria’ (Gounod) versione di André Rieu)

Ave Maria
Io ti prego non per me
Ma è per colei che
Il mio cuor palpita d’amor

Annunci